sabato 14 maggio

ore 10:00 Apertura al pubblico

ore 11:00 Conferenza Le malizie dell’ortolano a cura del M° giardiniere Carlo Pagani

ore 12:00 Aperitivo in musica a cura del Trio Mammut

ore 12:00 Conferenza

Compensazione Ambientale Preventiva: un modello ecologico per la pianificazione del                 territorio. L’esperienza del Comune di Busseto

Relatori: Luca Concari, ass.urbanistica Comune di Busseto;

arch. Marco Banderali; pian.terr. Marco Antonelli

ore 15:30 Presentazione del libro Rose perdute e ritrovate di Carlo Pagani e Mimma Pallavicini

ore 17:00 Musica per strumenti estinti e balli folk a cura del Trio Mammut

ore 18:00 Laboratorio per bambini Impariamo a coltivare una piantina a cura del vivaista Giovanni Corigliano

Durante la giornata la Barbara Vola, Tea Sommelier e Tea Blogger, organizzerà due eventi, uno al mattino alle ore 11:00 e uno al pomeriggio alle 16:00, di Gong Fu Cha il rito cinese del tè. Ovvero preparerà il tè con la Gaiwan o teiera Yixing e lo servirà in piccole tazzine. Il numero massimo è di 5 persone. Con questo metodo si effettuano più infusioni con le stesse foglie e, quindi, i partecipanti berranno più di una volta.

La degustazione ha una durata di 40 minuti circa.

Inoltre, durante la giornata, prima e dopo questi eventi, preparerà il tè alla maniera occidentale e li servirà in bicchieri BIO.

 

domenica 15 maggio

ore 09:00 Apertura al pubblico

ore 12:00 Aperitivo in musica a cura del Trio Mammut

ore 15:30 Conferenza Le piante grasse: stili di vita e ambientia cura del dott. Alberto Marvelli, presidente della Cactus & Co. Associazione Internazionale. L’associazione sarà presente con un proprio stand e fornirà per l’intera durata della manifestazione informazioni su come si coltivano e si curano le piante grasse.

ore 17:00 Musica per strumenti estinti e balli folk a cura del Trio Mammut

ore 17:00 Spettacolo per bambini Bobo e l’allegra fattoria a cura dell’ass.ne C’è un asino che vola

ore 18:00 Laboratorio per bambini Impariamo a coltivare una piantina a cura del vivaista Giovanni Corigliano