Due righe, ma proprio due (o tre), su di noi e su di voi.

Ortocolto è un’associazione culturale di promozione del territorio che opera nella provincia di Parma. Ha sede a Noceto, in mezzo alla campagna emiliana, ai piedi delle prime colline di una terra ricca di sapori e di tradizioni. Ortocolto vuole promuovere il territorio poetico e laborioso che ci ospita e che ha visto accumularsi tanti strati culturali nelle diverse epoche storiche, dalle palafitte dei Terramare in poi.

La nostra è un’associazione costituita da accenti e da aromi diversi, da chi porta nel Dna il sapore del mare, da chi porta nei capelli l’aroma delle nebbie o dello scorrere dei fiumi. Tutti però convinti e consapevoli del ruolo che possiamo giocare per costruire una società più gradevole dove regni una cultura rispettosa dell’ambiente e delle origini culturali di tutti.

Il nostro motto di partenza è stato “La sostenibile leggerezza dell’essere”, mettendo insieme Italo Calvino e Milan Kundera, siamo convinti che la leggerezza consapevole sia l’orma migliore che possiamo lasciare sul pianeta, un’orma che può servire a liberarsi in volo più che a lasciare imperiture memorie.

L’associazione è costituita da volontari che mettono a disposizione interessi e competenze personali per organizzare eventi e dar vita a progetti che possano risultare interessanti per il bene comune (almeno ci proviamo).

La manifestazione Ortocolto è stata il primo frutto, colto in una notte stellata. Abbiamo provato a mettere insieme le diverse anime e passioni che ci abitavano: l’amore per la Natura, per i suoi ambienti, per flora e fauna, e l’amore per la parte solida e onirica che vede nella rappresentazione artistica la voglia di comprendersi, come parte propositiva della razza umana, e di ricongiungersi a un sentimento profondo di appartenenza al creato. Complicato? Si e no, dipende dai punti di svista.

Giochi di parole, giochi con le parole, alla fine ti trovi fra le mani Ortocolto. Abbiamo cercato  il modo per conciliare l’Agorà dello scambio di prodotti e frutti del lavoro con un momento di quieto vivere e di idee. Com’era due o tre secoli fa, quando la Fiera era vera occasione di incontro e di cultura, quando il mercato era occasione di ritrovo e di concerti musicali, quando il social era più pacche sulle spalle e strette di mano e il mi piace lo mettevi meno e lo gustavi di più. Nulla contro la modernità ma alcuni di noi appartengono all’era delle cabine a gettoni.

Le due righe sono troppe? Toglietene pure un po’, lasciatele essiccare e fatene una tisana, nessuno di noi si offenderà, anzi, mandateci la ricetta e la proveremo.

Alla bellezza della cultura e della natura, o al risultato di una buona coltura. Che sia còlto o colto per noi funziona bene comunque, se preferite, modificatelo con la bontà di una giusta cottura, fatene un Ortocotto, o un Ortocorto (per video e corti), un Ortocollo (per collane e diademi), anche un Ortoconto (più per storie e affini che per una banca). Se volete Ortocollaborare con noi fateci un fischio, mandateci una mail, insomma fatecelo sapere, abbiamo un po’ di idee e qualche energia da spendere.

Ciao e buona visita…  Gli Ortocoltori